Le ciambelle e i buchi

Lo avete visto anche voi: Giove pluvio non è stato clemente con noi.

La Regione venerdì ha emesso un bollettino di allerta meteo (vedi il Tweet qui sotto) che prevede pioggia a catinelle nelle nostre zone tra venerdì e sabato.

Come se non bastasse neve sopra i 2000 m (lo Zerbion supera i 2600) di venerdì e fino a 1800 nel pomeriggio di sabato.

Abbiamo quindi dovuto optare per un nuovo percorso.

In pratica si sale fino a Nissod (come previsto fin dall’inizio), si piega a destra verso Nuarsaz e si percorre un pezzo della Balconata del Cervino (appena sotto i 1900 m s.l.m.). Subito prima della salita al col Serena, pieghiamo secchi verso il basso e andiamo a fare una capatina a Promiod e da lì, giù a rotta di collo fino ad incrociare il sentiero che avevamo fatto in salita.

Il giro così organizzato accorcia sensibilmente la gara.
Percorrerete 21 km con un dislivello positivo di 1755 m.

Dallo zaino potete togliere la lampada frontale, ma consigliamo vivamente di mettere un capo tecnico caldo e, se li avete, i ramponcini (di neve se ne calpesta poca, e tutta su poderale, quindi non dovrebbero esserci problemi)

Qui sotto vedete il nuovo percorso…

Credeteci: i  più delusi siamo noi.
Ma il prossimo anno anticiperemo un po’ la data ed eviteremo la spruzzata bianca.

A domenica